Mappa non disponibile

Data/Ora
Date(s) - 22/05/2019
6:30 pm - 9:00 pm

Location
Rocca di Montemassi

Categorie


 Mercoledì 22 Maggio alle 18:30 presso la Rocca di Montemassi (GR), ricorderemo la strage della miniera di Ribolla.

A seguire ci sarà un aperitivo e sarà possibile visitare il museo della Civiltà contadina, che merita davvero.

Se vi assiste la memoria

Un viaggio che parte dalla toscana contadina, per raccontare una parte della nostra storia. Un concerto dedicato ai canti di tradizione orale italiana con un focus sul lavoro.

Contadini, minatori, pescatori, battipali, mondine, filerine, tabacchine…mestieri oggi in gran parte dimenticati ma che troviamo raccontati dai canti che ci sono stati tramandati e che venivano cantati spesso durante il lavoro per scandirne le fasi, dare un ritmo, sopportare meglio la fatica. Molti canti sono dolenti lamenti per le condizioni spesso tragiche nelle quali i lavoratori si trovavano, o al contrario raccontano momenti di rivolta durante i quali si era cercato di modificare l’ordine delle cose.

Canti nati nei campi, sotto il sole che tramontava sempre troppo presto per il padrone e sempre troppo tardi per chi vedeva la sua giornata lavorativa scandita da esso, un tema che troviamo in Toscana come in Sicilia, in Pianura Padana come in Lazio. Canti che profumano di mare, come quelli dei battipali della laguna veneta, quelli delle saline e delle tonnare siciliane e canti bruciati dal sole come quelli dei mietitori maremmani e delle tabacchine salentine. Canti che raccontano il lavoro delle donne, come quelli delle mondine e delle filerine, testimonianza viva della loro condizione e delle loro lotte per i diritti di tutti, fino ai canti nati nel dopoguerra, come quello che tiene viva la memoria su fatti storici importanti come la tragedia della miniera di Ribolla.

Protagoniste indiscusse le voci, lasciate nude o accompagnate dalla chitarra, dalla fisarmonica e dalle percussioni, per raccontare un passato assai vicino, ma troppo spesso dimenticato.

I Vincanto sono:

Ilaria Savini: Voce, percussioni

Alessandro Cei: Chitarra, voce

Simone Faraoni: Fisarmonica, voce, percussioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *